Da scoprire -

 STATI UNITI &  TROPICAL AMERICA

 

AMERICA PASSION

Il VisitUSA  Italia è un' associazione senza fini di lucro che ha come scopo principale quello di promuovere e sviluppare il turismo dall'Italia verso gli Stati Uniti. il sito dell'Associazione VisitUSA è www.visitusaita.org
In Italia ( come anche nel resto del mondo ), non esiste un ufficio generale del turismo degli Stati Uniti, esistono invece Uffici del Turismo che rappresentano singoli Stati, aree geografiche oppure semplicemente singole città degli USA. 

"Sono orgogliosa di essere l'unico Agente di viaggio a Forlì, Cesena e Ravenna qualificato con tale titolo. La competenza su una destinazione, nasce soprattutto dalla formazione e dal continuo aggiornamento che facciamo noi tutti Agenti di viaggio MASTER E USA AMBASSADOR, e anche quest'anno il mio impegno è stato ricompensato con la certificazione di

MASTER OF UNITED STATES OF AMERICA   

 

 

 " Signori, ecco a voi gli Stati Uniti d'America"

 Le 574 tribù native, la nazione Navajo, la Monument Valley e il Grand Canyon; l'ovest dei parchi naturali, della Death Valley, delle cattedrali del gioco d'azzardo rutilanti e incredibili, le highway percorse su due ruote; la East Coast dei balenieri, degli sbarchi dei Pellegrini europei nella Grande Mela, con i suoi canyon di grattacieli e Broadway, la " mighty"  Washington intrisa di potere; il sud della secessione, le piantagioni e la guerra di Indipendenza: il Midwest industriale e dei gangster; la Silicon Valley.

Un territorio sconfinato che si estende a latitudini che vanno dall'Artico ai Caraibi, costituisce di per se un motivo di curiosità e di fascino, un'attrazione consistente per i turisti d'oltre oceano:  da  sempre  gli " States"  hanno affascinato.   

      

Il colosso americano comprende 50 stati che presentano tipicità assai diverse e ognuno di essi vale una visita. Ad accogliere un tempo gli emigranti, ed oggi i turisti che raggiungono la costa atlantica, è l'imperturbabile Statua della Libertà, gigante di origine francese che domina la baia di New York, mentre chi si affaccia in America dalla West Coast trova il Golden Gate, il "ponte per eccellenza" di San Francisco. In mezzo ci sono le Università prestigiose e delle citta del progresso scientifico; a " stelle e strisce " è anche la più potente industria cinematografica  ed il centro spaziale più famoso.

 

 

 

Tra le pieghe di questo enorme stato, è possibile scoprire anche la culla delle migliori note di blues  e i locali di incredibili esecuzioni jazz e concedersi una sosta nei "regni" delle stelle del basket e degli assi del baseball.

New York,Chicago,Los Angeles, WashingtonBoston, San Francisco, Philadelphia, grandi metropoli nelle  quali s'incarna il mito della modernità. Svettanti Skyline che hanno segnato un'epoca: basti pensare a Manhattan. E' il sogno americano che non tramonta mai e che anzi, si rinnova con il passare degli anni.

 

The Urban Experience

NEW YORK

La città che non riposa mai... dalle mille luci... dai contrasti e dalle tante culture... scegliere una definizione univoca per la metropoli americana più famosa al mondo è difficile, se non impossibile! New York  affascina e conquista tutti i visitatori con i suoi volti e le sue attività, con la frenesia degli abitanti e con i luoghi cult protagonisti di tantissime pellicole cinematografiche. Descrivere New York in poche righe non rende giustizia a ciò che questa città può offrire, l'unico modo per scoprirla veramente è visitarla.

 

 

DA NON PERDERE: Uno Skyline unico, con quel profilo indimenticabile, donatole dalla mescolanza di stili architettonici,le permettono di possedere uno degli skyline più famosi e subito riconoscibili al mondo; da trattenere il fiato mentre vi trovate sulla terrazza panoramica dell' Empire State Building ed estendete lo sguardo fino ad incontrare quello della Statua della Libertà ad Ellis Island, ammirate l'eleganza del Chrysler Building  e del One World Trade Center ( Freedom Tower) , da poco ultimato sulle ceneri delle Torri Gemelle; senza dimenticare l'imperdibile  Brooklyn Bridge e il verde del magico Central Pak! Passeggiando sul ponte di Brooklyn, che da Manhattan sorvola l'Est River, gli occhi si aprono verso il cielo sovrastante, rigato da mille cavi d'acciaio che lo sostengono ed incorniciato dalle  sue enormi torri con le arcate ad ogiva.

 

Quest'incredibile città, definita dai jazzisti negli anni 20, la "Grande Mela" , viene riconosciuta come la capitale americana della finanza, dello spettacolo, dell'arte, della cucina raffinata e di mille altre cose ancora. New York offre una miriade di possibilità: ristoranti per soddisfare anche i palati più esigenti, spettacoli di Broadway, passeggiate lungo i 340 ettari del Central Park, romantiche crociere lungo l'Hudson River e migliaia di negozi  aperti fino a tarda notte, dove si possono trovare tutte le novità in qualsiasi campo. Ricca di straordinari musei, di gallerie d'arte, di eleganti boutique e strabilianti grandi magazzini, a sera inizia la "New York by night"; non va dimenticato che  è la " città che non dorme mai". Al calar della sera, gli occhi vengono magneticamente attratti dalle mille luci di Times Square, con i suoi giganteschi cartelloni pubblicitari animati e digitali. E' qui che i newyorkesi desiderano trascorrere l'ultimo dell'anno per vedere la grande sfera di cristallo scendere lungo il One Time Square. 

 

Se gli occhi non dovessero essere ancora pieni di immagini, possono riempirsi delle splendide sale del Museo di Storia Naturale, dei dipinti del Guggenheim Museum,  del MoMA e del Metropolitan Museum of Art,  o della cultura della Public Library e della Morgan Library.

 

                                                                  

Arrivederci, Little Italy                              

<<Il quartiere di New York chiamato Little Italy, sta diventando sempre più piccolo.. Il primo quartiere dove si stabilirono gli immigrati italiani, ha subito l' espansione di Chinatown. La Little Italy che una volta era il centro della vita degli italoamericani in città, esiste per lo più  come memoria nostalgica o nelle menti dei turisti che ancora la considerano una tappa obbligatoria per i propri itinerari newyorkesi. Anche le influenze italiane stanno scomparendo in quanto i residenti si stanno spostando in altri quartieri. Una volta Little Italy era come un villaggio napoletano ricreato su questo lato dell'oceano, con la sua lingua, le sue abitudini e i suoi istituti culturali e finanziari. Fortunatamente il cuore di Little Italy continua ad essere vivo soprattutto per la sua storia. Quest' area, infatti,  ha molto da raccontare: alla fine del 1800 molti immigrati, soprattutto provenienti dal Sud Italia, si stabilirono qui portando un pezzo di Italia a New York, oltre alla pizza. Ancora oggi a metà settembre si festeggia San Gennaro in Little Italy. I negozi e i ristoranti italiani si trovano soprattutto su Grand e Mulberry Street. >> 

 

DA NON PERDERE: Gran Canyon Skywalk

La passerella sul Grand Canyon ( Grand Canyon Skywalk), è una passerella sopraelevata a ferro di cavallo, con pavimentazione trasparente situata in Arizona, vicino al fiume Colorado sulla cima di un canyon laterale nell'area del Grand Canyon occidentale. Le mappe topografiche indicano un'altitudine di 1.450 metri sul livello del mare, mentre il fiume Colorado si trova a 350 metri s.l.m.; l'altezza verticale al di sotto della passerella trasparente, varia tra i 150 e 240 metri. Commissionata e gestita dalla tribù indiana Hualapai, vi si accede tramite il terminal del Grand Canyon West Airport, oppure guidando per circa 190 km da Las Vegas.

Il Grand Canyon è un'immensa gola creata dal fiume Colorado nell'Arizona settentrionale.  E' lungo 446 chilometri circa, profondo fino a 1.857 metri con la larghezza variabile dai 500metri ai 29 chilometri. Per la maggior parte è incluso nel Parco Nazionale del Grand Canyon, uno dei primi parchi nazionali degli Stati Uniti d'America.  

 

 

 

DA NON PERDERE: MIAMI - LOS ANGELES così lontane - così vicine

Quasi 4000km separano Los Angeles da Miami. Dalla California alla Florida, si attraversa lo sconfinato continente americano con le sue montagne, deserti, foreste, città. La prima è bagnata dalle onde dell'Oceano Pacifico, la seconda dall'Oceano Atlantico ed il caldo Mare Caraibico.

 

 

 Los Angeles è una metropoli, mentre Miami  raggiunge a malapena i 500.000 abitanti compreso Miami Beach. La fauna  mediterranea californiana, protetta alle spalle dalla Sierra montana è molto diversa dalle paludi della Florida, che si estendono al livello del mare. Con un'abissale distanza e tante evidenti differenze, Miami e Los Angeles hanno molte caratteristiche che le accomunano . La vita sull'oceano e la vicinanza con le regioni latine hanno conferito a queste due metropoli caratteri simili....Le spiagge che si estendono per miglia, lambite dalle lunghe onde oceaniche e costellate di palme, sono  animate da una grande vivacità e da un clima festante. Gli amanti del surf e degli sport acquatici, amano indistintamente le coste di Malibu in California, come  quelle di Surfside Beach, in Florida. 

 

Entrambe sono state scelte come luoghi di residenza  o di villeggiatura da molti personaggi dello star system internazionale. Sia Miami che Los Angeles, hanno un'alta percentuali di residente nati all'estero. Florida e California sono proiettate nel futuro rispettivamente con Cape Canaveral, base da cui partono gli Shuttle diretti nello spazio e la Silicon Valley, patria della moderna informatica. Non mancano in entrambi gli Stati,  i parchi d'intrattenimento: parchi tematici Disney e Universal Studios.   

 

DRIVING ACROSS THE USA

Se volete visitare il cuore di questo immenso Paese e percorrere in libertà la vasta rete stradale americana, il noleggio auto negli Stati Uniti è semplice e poco oneroso. Assicurazioni e servizi sono tra i migliori al mondo. Noleggiare un camper negli States è  un' esperienza straordinaria: è più facile di quanto si pensi, a meno che il viaggio sia limitato al puro soggiorno a New York o in qualche grande città, non mancate di mettervi alla guida di una ( Real) American Car, oppure di un comodo Minivan o Suv.

 

 

 

SCENIC ROADS & PARCHI

Dalla frastagliata costa del New England, ai riposanti panorami della Blue Ridge Parkway, che si snoda tra i Monti Appalachi, tra virginia e North Carolina. Nuove esperienze ed avventure su oltre 150 percorsi per entrare a contatto con il cuore e l'anima degli Stati Uniti. Le Scenic Roads attraversano deserti e praterie, montagne e foreste costeggiando i paesaggi marini americani: migliaia di miglia lungo le strade più belle d'America. In questo Tour non mancano cero i Parchi Nazionali USA: Grand Canyon, Yellowston, Monument Valley. Una full immersion nella natura d'America e nella cultura indigena delle riserve indiane.

 

 

 

CALIFORNIA DREAM IN HARLEY DAVIDSON

L' itinerario per eccellenza, la Route 66, la strada che taglia in due gli Stati Uniti, è una esperienza unica da provare assolutamente a bordo della Harley

Stati Uniti in libertà su due ruote. Esperienze es avventure entusiasmanti, i veri USA on the road. I profumi della preteria e della foresta si alternano con l'aria secca del deserto e la brezza marina dell'oceano. Molto diffuso il noleggio moto Custom, anche se in alcune località è possibile noleggiare moto europee e giapponesi, ma i veri protagonisti sarete voi e gli incredibili paesaggi americani. Percorrendo la Route 66 fino alla fine, il viaggio terminerà al molo di Santa Monica in California.

     

 

 

 

TROPICAL AMERICA

HAWAII & U.S.VIRGIN - ISLAND

L'arcipelago delle Hawaii

"The Aloha State". Lo troverete bene in vista in ogni targa automobilistica. La parola Aloha, in lingua hawaiiana, significa molto di più che un semplice ciao: racchiude i concetti di pace, amore, condivisione e allegria.

 

 

E' un arcipelago di isole tropicali, che sono parte integrante degli Stati Uniti d'America, famose per i loro paesaggi naturali di scogliere, cascate, vegetazione tropicale e spiagge con sabbia di ogni colore: dorata, rossa, nera e persino verde. Emerse dal mare in un tempo lontanissimo per una serie ripetuta di eruzioni, le isola Hawaii si presentano alla luce del sole come un ruvido ammasso di materiale vulcanico, di fatto un nuovo arcipelago.

 

 

Le isole principali sono otto. La più grande delle isole è Hawaii, detta comunemente Big Island, che ospita cinque vulcani, tra cui il più attivo è il Kilauea. Il fertile terreno vulcanico  ha favorito lo sviluppo dell'agricoltura e quindi sull'isola si trovano moltissime coltivazioni di canna da zucchero e ananas. La capitale dello stato Honolulu, si trova sull'isola di Oahu , a due passi dalla famosissima Pearl Harbour, teatro dell'attacco giapponese del 1941.

 

 DA NON PERDERE: Oahu Hidden Gems ( La grotta della Sirena) - HIDDEN -HONOLULU

Subito prima del NANAKULI BEACH PARK, facendo una breve corsa sulla lava affilata, verrai "catapultato" in una grotta eterea, completa di una spiaggia ricoperta di corallo e gusci di corallo, troverai una piccola grotta marina dai contorni perfetti, con  acqua  color cipria, mentre le piccole onde gorgheggiano " Under the sea".

 

Dotata di molte infrastrutture, la sua spiaggia Waikiki è conosciuta oltre per i molti turisti, anche per diversi films girati sul luogo. Paradiso dei surfisti le onde di Banzai Pipeline  sono un richiamo irresistibile. Dopo diverse contese le Hawaii divennero territorio statunitense e divennero  la   50° Stella della bandiera Americana. Le Hawaii sono un paradiso selvaggio a cinque ore di volo da Los Angeles.

 

 

U.S. VIRGIN - ISLAND

Le Isole Vergini Americane Statunitensi, fanno parte delle Piccole Antille del Mar dei Caraibi. Si trovano ad est di Puerto Rico e ad ovest delle vicine Vergini Britanniche, a poco più di 2 ore e mezzo da Miami e circa 4 ore e mezzo da NY. Le oltre 50 isole, isolotti e rocce che costituiscono l'arcipelago delle Vergini USA, sono di origine vulcanica. Le quattro isole principali- St. Croix, St. John, St. Thomas e Water Island - sono stupendi paradisi tropicali, ognuna con una personalità distinta, l'una ben diversa dall'altra.    

 

                                          

 La capitale Charlotte Amalie, si trova sull'isola di St. Thomas  che ha una piccola particolarità: un versante costiero si affaccia sull'Atlantico ed uno sul Mar dei Caraibi.

Le sue montagne raggiungono un'altitudine di 457 metri, oltre ogni aspettativa; la sua vegetazione varia sensibilmente: dalla macchia tropicale ad alberi che appaiono come ulivi sulle pendici collinari, per arrivare a piante cactacee e cespugli. St. Thomas è decisamente l'isola più "glamour" delle Vergini US, dove non a caso alcuni tra i più rinomati marchi internazionali della tradizione alberghiera contano su resorts di lusso ed alberghi. Il lungomare di Charlotte Amalie è un mix di Coney Island, Greenwich Village e Wall Street: questa è l'impressione per chi giunge nel maggior porto crocieristico dei Caraibi. Ma quest'impressione  svanisce lentamente appena ci si addentra nella cittadina ridente che distribuisce i suoi caseggiati coi tetti rossi, dal mare fino sopra la collina. Viuzze strette, pavimentate a ciottolato, magazzini coloniali d'antica terra cotta e pietra corallina che hanno saputo resistere ai venti ed agli uragani. Un brulichio di passanti , ma tutto si ferma alle cinque di sera, quando le botteghe chiudono i battenti ed il quartiere, si trasforma completamente. Sembra quasi deserto.

 

 Locali, bar, night-clubs, spettacoli e discoteche, dalla musica in strada al Rock Cafè. Tutti gli sport d'acqua , funicolari  quali la Paradise Point Tramway, che conduce all'osservatorio in soli 7 minuti. Paradise  Point che offre una vista mozzafiato su Charlotte Amelie, nonché spot prediletto  per un tramonto brindando con un banana daiquiri.. Oppure l' Atlantis  un sottomarino   per chi vuole esplorare i fondali senza bagnarsi; il Coral World uno dei più incredibili Parchi e Osservatori Marini ove i pesci sono liberi ed il visitatore è ....in un acquario.

Per chi ama il mare l'isola di St. John , con il suo ritmo confortevole è perfetta per godersi le spiagge di fama mondiale come Trunk Bay, Cinnamon Bay e Salt Pond Bay.

Una meta unica, incantevole, da scoprire......

 

 

 

 


    CANADA                                                                               

La vastità unita al fascino della natura incontaminata, con meraviglie uniche al mondo, boschi, cascate, laghi, parchi infiniti, metropoli ultramoderne e un mosaico di popoli e culture, in  cui ciascuno può contemporaneamente mantenere la propria identità  e contribuire a quella comune. Un disegno dalle dimensioni superlative come il Paese; in continua trasformazione. Con due lingue, una regina, due persone per chilometro quadrato e infinite risorse e altrettante possibilità. Per noi il Canada è un'idea fatta di indiani in canoa lungo immensi fiumi, trapper con il cappello di procione, Giubbe Rosse rigorosamente a cavallo, castori al lavoro e salmoni in risalita, ma non è solo questo.

Il Canada è un paese vasto, il secondo al mondo per estensione, con scenari molto diversi tra est e ovest. E' un paese ricco e rigoglioso di flora e fauna. Ci sono 7.000 chilometri da una costa all'altra del Canada: aree tanto selvagge da non essere ancora state visitate e città moderne, colte ed eleganti. Il mondo della frontiera e quello dei grattacieli.   

I GRANDI PARCHI

I Grandi Parchi Nazionali del Canada tutelano dalla tundra artica alle foreste boreali , una rete di aree selvagge che va da costa a costa . Il  sistema dei parchi canadesi ha origine nei primi del '900 e, ad oggi, conta 43 grandi aree. Di questi inestimabili gioielli  si occupa con competenza l'Agenzia Parks Canada. Parliamo di territori sconfinati e ricchi di paesaggio: dai deserti ai ghiacciai, passando per laghi. boschi, praterie e montagne.

 

Da non perdere: BANFF NATIONAL PARK , è il primo parco nazionale costituito in Canada nel 1885 e si estende su una superficie di 6.641 kmq. Il suo vasto territorio racchiude 25 montagne che superano i 3000 metri di altezza, bellissimi laghi di origine glaciale, rigogliosi fiumi e un'ampia varietà di specie animali. Tra i numerosi mammiferi che popolano il parco è possibile ammirare grizzly, alci, cervi e wapity. Nell'area del parco è situato anche l'omonimo villaggio Banff, con lo splendido lago di Lake Louise.

 

IL VIAGGIO: da VANCOUVER a BANFF con il ROCKY MOUNTAINEER  

Il Rocky Mountaineer  corre dalla British Columbia fino ad Alberta,  esplorando il Canada occidentale e con ottimi livelli di confort e classe. Il treno di lusso , con le sue carrozze con ampie vetrate panoramiche, propone di scoprire un territorio incontaminato, correndo sopra burroni profondi, specchiandosi in laghi cristallini, circondato da cime innevate, pascoli e canyon e dalle alte vette  della catena montuosa delle Rocky Mountains che inizia in questo sorprendente paese e termina nello Stato del New Mexico, negli Stati Uniti, fino a Vancouver, bellissima città lambita dalle acque dell'Oceano Pacifico. 

 

I GRANDI LAGHI                                                        

La regione dei Grandi Laghi, viene definita così pe la presenza, all'interno del  suo territorio, di 5 laghi d'acqua dolce, tutti connessi tra loro: ilLago Superiore, il Lago Erie, il Lago Huron e l'Ontario sono situati in gran parte in Canada, nella provincia dell'Ontario e in parte negli Stati Uniti. Il Great Bear Lake è il bacino d'acqua dolce più grande situato completamente in territorio canadese. E' uno dei territori più incontaminati della Terra. Il Grande Lago degli Schiavi, è il secondo lago, in ordine di grandezza, dei Territori del Nordovest, e il quarto lago più grande del Canada. Il Lago Winnipeg è uno dei laghi più grandi del Canada. Uno dei maggiori  centri abitati nelle vicinanze del lago è la città omonima, Winnipeg. Il Lago delle Renne si trova a metà tra la parte nord-est del Saskatchewan  e la parte nord-ovest del Manitoba. Lo Smallwood Reservoir  è un grande bacino artificiale d'acqua dolce, il decimo del Canada in ordine di grandezza, situato sul Labrador Plateau, al confine con il Québec. 

 

LE GRANDI CITTA' 

Vivere la frenesia delle città alla ricerca di mille occasioni di divertimento, shopping, mostre, teatri ed eventi mondiali.

Québec                                                                       

Una città quasi europea

Québec City: se Montréal ha una matrice francese, Québec in pratica un pezzo di Francia trapiantato sulle rive del fiume San Lorenzo, qui tutto si muove sulle note della Marsigliese: l'atmosfera è parigina, si parla quasi esclusivamente come all'ombra della Tour Eiffel e l'impronta urbanistico-architettonica tende  ad assimilarla alle città europee. Piccola, graziosa e molto curata, è dominata dalla mole del Château Frontenac ed è cinta da fortificazioni del XVII secolo. La città ha più di 400 anni, visitarla è un vero tuffo nel passato dove, tutto ricorda la lotta per la sopravvivenza del Canada francese, nel Nordamerica britannico. Una cittadella fortificata che si può attraversare a piedi.

Montrèal                         

Francofona ed anglofona, ma anche greca, portoghese, polacca, italiana Montréal, è la città in cui nessuno è straniero. Si trova su un'isola incorniciata tra due fiumi, dominata da un monte e composta da tanti quartieri-villaggio dall'aria per  bene, che mimano stili europei: un po' Londra, un po' Parigi, ma sempre inguaribilmente se stessa. Posta sul fiume San Lorenzo, la città è il principale snodo commerciale del Paese ance se oggi riveste soprattutto il ruolo di capitale culturale del Canada, al di là della propria identità francofona. Solcata da viuzze strette e lastricate, specie nella zona portuale, può vantare la bellezza classica di Notre-Dame-de-Montréal, sontuosa basilica cattolica, le cui vetrate provengono nientemeno che da Limoges. Ma  Montréal è anche una città modernissima e doppia: sta centro e sta fuori, è area e underground. Quando l'inverno canadese diventa troppo freddo, la vita cittadina continua" ai piani sotterranei". Ci sono 30 km di gallerie e passaggi nella ville sotterranei, che collegano università, biblioteche, shopping center, linee della metro, uffici pubblici, ristoranti e bar di tendenza. Si può stare in maglietta  quando fuori c'è -25°C. Sotto  o sopra l'incanto della città è lo stesso. Sta nel suo essere aperta, accogliente, persino un filo romantica in quel suo continuo intrecciare vecchio e nuovo, flirtare con la tradizione  e buttarsi nelle avanguardie. Ha dentro una sua particolare "joie de vivre" che le ha fatto meritare il titolo di " Parigi senza fuso orario" dai visitatori degli States.

DA NON PERDERE: Réso - Underground City Montrèal: attrazioni incredibili.

 

 

Il Réso ( dal francese réseau, rete), è la soluzione urbanistica della metropoli del Québec che d'inverno soffre di temperature incredibilmente rigide, rendendo la vita all'aria aperta dura agli abitanti e ai turisti, basta scendere di qualche gradino.I numeri del Réso fanno impressione. 32 chilometri di passaggi per 12 chilometri quadrati di superficie, 120 ingressi, 60 complessi commerciali e residenziali, 50 ristoranti, 8 dei maggiori alberghi e 2.600 tra mall, negozi e boutique, 7 stazioni di metro. Ed ancora: musei ed università, stazioni ferroviarie e terminal dei bus. E' così che Montréal, ritrova la sua proverbiale" joie de vivre", anche quando fuori fa freddo: qualche metro sotto terra.

 

VANCOUVER  

 

Nata dal fuoco, da un' incendio che nel 1886 aveva distrutto la precedente cittadina di Granville, Vancouver rappresenta la speranza, la rinascita, la vita che continua oltre qualsiasi sciagura. Grazie alla sua posizione riparata, frutto dell'incontro tra una calda corrente marina e la naturale protezione dei venti del nord offerta dalle Coast Mountains, la star del British Columbia assicura quasi sempre un clima temperato e gradevole. Dichiarata dagli esperti dell'Economist Intelligent Unit, la città " più vivibile del mondo", Vancouver sembra  davvero possedere il segreto del " buon vivere". Distesa tra il mare e le montagne, piena di aree vedi, popolata da 60 diverse  comunità di migranti, Vancouver è giovane dentro, piena di movimento, di musica, di sport all'aria aperta. di luoghi e momenti di divertimento.

DA NON PERDERECapilano Suspension Bridge Park -  Vancouver 

Questo ponte sospeso è una della attrazioni più famose di Vancouver e offre una prospettiva unica sulla natura a pochi minuti dal centro della città. Il  ponte spettacolare, fu costruito per la prima volta nel 1889, superando un secolo. Fu  ricostruito nel 1956  e si estende per 127 metri a 70 metri di altezza, sopra il fiume Capilano. Alle altezze più elevate, nel pavimento della passerella, sono stati inseriti pannelli di vetro che offrono viste spettacolari sulle cime degli magnifici abeti di Douglas, alcuni dei quali raggiunge più di 30 metri.

 

TORONTO

Affacciata sul Lago Ontario, è la più americana tra le città del Canada. Del resto il confine è proprio lì a due passi, visto che sulla riva opposta del lago già sventola la bandiera a stelle e strisce. Forse per questo Toronto è la città dei grattacieli, a partire dalla filiforme cn Tower con i suoi 553 metri di altezza. Altri record? Una eccezionale concentrazione di etnie, se  è vero che nei suoi quartieri convivono in pace di più di 90 lingue diverse.

Cuore della provincia dell'Ontario, che è a sua volta il centro politico ed economico del Paese e l'area più turistica e visitata del Canada, Toronto è una metropoli a tutti gli effetti. Vitale, tentacolare, piena di eventi. Nata dalla fusione di cinque diverse città l'attuale " megacity" è ben diversa dal centro storico che si gira gradevolmente a piedi, che accoglie bar e ristoranti, discoteche e locali dove un po' di "movida" ha messo radici a dispetto di chi l'ha sempre ritenuta troppo fredda e riservata. 

DA NON PERDERE: Niagara Falls - lato canadese  

         

Le cascate del Niagara, situate tra gli USA e il Canada, sono per la loro vastità. tra i più famosi salti d'acqua del mondo. Non si tratta di cascate particolarmente alte (solo 52 m di salto) e la loro fama è certamente legata alla spettacolarità dello scenario, dovuto al loro vasto fronte d'acqua e all'imponente portata. Rappresentano le più grandi cascate dell'America settentrionale e tra le più  grandi cascate al mondo, e probabilmente , le più conosciute.

VICTORIA

 Cuore politico-amministrativo della British Columbia, Victoria è famosa per la sua atmosfera di cittadina di mare"Old England". Soprannominata " City of Gardens". è in pratica un grande giardino fiorito. Il centro cittadino si estende attorno  all'Inner Marbour, la zona più interna del porto. Splendidi i dintorni, dai numerosi punti panoramici sulle Olympic Mountains che si stagliano maestose dall'altra parte dello stretto. Capitale dal clima relativamente mite e dal fascino tipicamente europeo, sta sulla punta sud orientale dell'isola di Vancouver . Si vanta di avere una grande maggioranza di residenti britannici e di mantenersi una enclave molto "british". Se non altro lo deve al suo nome, Victoria in onore della grande regina , come centro commerciale per il traffico delle pellicce, fondata  nel 1843.

DA NON PERDERE:Butchart Gardens, Victoria, BC 

DA NON PERDERE: BRITISH COLUMBIA  - 

OTTAWA

Ottawa, come capitale del Canada, fu un compromesso tra francesi e inglesi. Il risultato è che la tranquilla città dei parchi e dei tulipani, si è ritagliata un'identità propria e oggi è molto più di un simbolo politico-istituzionale. E' una splendida realtà che, con le sue attrattive  e i suoi ricchi musei, accoglie ogni anno circa 6 milioni di visitatori. 

 

 


 CARAIBI       

"Perdersi è l'unico modo per trovare un posto che sia  introvabile, altrimenti tutti saprebbero dove trovarlo"

                                                                                                                              Barbossa (I Pirati dei Caraibi)       

Isole immense in mari caldi, con acque cristalline e baie nascoste, un tempo rifugio per pirati e bucanieri, oggi tranquille spiagge bianche senza fine su cui il sole splende tutto l'anno. Queste isole possono essere di per sé la vacanza, ma anche la conclusione in tutto relax di un'esplorazione nel continente americano. Una bevanda fresca alla frutta sorseggiata ascoltando le note accattivanti della musica locale ,diventa il punto d'ingresso per vivere  queste terre dove di solito "non si cammina, si balla"!  

 

I Caraibi sono una regione delle Americhe che comprende tutti i paesi bagnati dal Mare Caraibico, cioè tutte le isole delle Antille e i  litorali di alcuni paesi del centro e sud America che si affacciano su questo mare. L'area caraibica è costituita dalle numerose isole che separano il Golfo del Messico dal mare dei Caraibi e quest'ultimo dall'Oceano Atlantico.

Le isole sono raggruppate in arcipelaghi, a loro volta compresi in gruppi più vasti:

le Grandi Antille ( Cuba, Hispaniola, Giamaica e Porto Rico), di cui la maggiore à Cuba;

le Piccole Antille che formano la metà orientale dell'arco insulare;

le isole Bahamas, di natura corallina, a nord-est delle Grandi Antille.

Le Antille sono quello che rimane di una terra che univa America settentrionale e America meridionale.

 

 

Tortuga, l'isola dei Pirati  

I Caraibi furono teatro delle più grandi battaglie corsare della storia. Le navi pirata trovavano rifugio tra baie e insenature contornate dall'azzurro splendore del mare caraibico che oggi navighiamo a bordo di crociere per scoprire gli stessi covi e forse anche qualche tesoro.        

Corsari, bucanieri, filibustieri...in poche parole pirati. Quelli di cui parliamo, sono i pirati di cui la letteratura e il cinema hanno favoleggiato, contribuendo a creare un mito. Un' epopea  che si rifà a quell'epoca che era l'età d'oro della pirateria, che si ebbe tra il XVI e l' inizio del XVIII secolo, un periodo in cui le colonie spagnole oltreoceano, erano un succulento territorio di conquista per i pirati.

 

 

La piccola isola di Tortuga, a nord dell'isola di Hispaniola, fu il luogo da dove si originò principalmente il fenomeno della pirateria nei Caraibi. I "bucanieri", erano un gruppo di coloni francesi che erano stati cacciati dall'isola di Saint Kitts e si rifugiarono a Tortuga. Col tempo crebbero di numero e a loro si aggiunsero olandesi e inglesi. All'inizio vivevano di caccia, ma cominciarono ad assaltare le navi spagnole che navigavano le acque caraibiche. Il governo inglese pensò bene di assoldarli per impiegarli nella loro guerra contro la Spagna per il dominio delle colonie. I bucanieri operavano nel rispetto delle leggi inglesi, ottenendo la cosiddetta "lettera di corsa", che li autorizzava ad ogni genere di scorreria nei confronti delle navi nemiche. Da allora questi pirati presero il nome di corsari e il loro contributo fu talmente importante nelle battaglie navali del Nuovo Mondo, che la loro fama si diffuse anche oltre oceano. 

 

 

 

 PORT ROYAL - Giamaica. L'isola che non c'è                

Il nome di Port Royal, resterà indissolubilmente legato alla pirateria per i secoli a venire, La città giamaicana infatti era il porto più ricco dell'era coloniale, poiché si trovava proprio a metà strada delle rotte di commercio spagnole, tra Spagna e Panamà. Naturalmente questo attirava molti pirati, tra i quali i famosi bucanieri che attaccavano le navi spagnole e francesi. Nelle ampie baie della Giamaica i pirati nascondevano le loro navi e nel frattempo si andavano a divertire nelle osterie del porto. Queste spuntavano come funghi proprio in seguito al numero dei pirati sempre in aumento. Port Royal si era creata la reputazione di città più malfamata del pianeta, e venne definita come la "Sodoma del Nuovo Mondo" e come Sodoma fu distrutta: alla fine del XVII secolo un violento terremoto la distrusse facendola inabissare quasi tutta. Oggi Port Royal , è un grande sito archeologico sottomarino al largo del porto di Kingston.

 

 

 

 

 

  

 

 

 

 

 

Scoprimondo Viaggi - Viale A. Gramsci, 92 47122 Forlì - P.IVA 03514400401 +39 0543 404510 +39 0543 401250 info@scoprimondo.it - Credits